Ci chiamano MammeMatte, siamo operatrici e mamme di bambini arrivati in adozione o affido, bambini disabili o fortemente compromessi a livello emotivo e relazionale... alcuni dicono che "spacciamo" bambini ed effettivamente, a pensarci bene, i nostri bimbi un pò speciali creano dipendenza e ci trasformano in famiglie numerose... accoglienza dopo accoglienza.


Siamo in ogni angolo d'Italia e ci teniamo per mano, tessendo una Rete che "pesca" i bambini dimenticati, quelli ritenuti dagli stessi operatori "difficilmente collocabili" (ma che poi tanto incollocabili non sono!).


I nostri bambini sono i fascicoli lasciati nei cassetti, quelli che vedono i compagni di comunità andare via con le loro nuove famiglie mentre loro continuano ad aspettare mesi, anche anni. I nostri bambini sono i bambini di tutti di cui però "tutti" si dimenticano.


Spesso le MammeMatte non sanno di esserlo fino a che la storia del bambino che le aspetta non incrocia la loro strada, ed è proprio per questo che usiamo ogni mezzo per far sì che ogni bambino incontri la propria famiglia.


Non vi spaventate di fronte ad una diagnosi scritta nero su bianco su un foglio di carta: dietro quelle parole esiste un bambino, che spesso e volentieri quella diagnosi vuole superarla. Un bimbo che ha bisogno di essere preso per mano da qualcuno che gli indichi la strada.


TESSERAMENTO 2020

Vai nella sezione tesseramento 2020

per sostenere l'Associazione e i suoi progetti diventando socio di M'aMa. 

#insiemeèmegliodasolinonsipuò



Cosa facciamo

 

La nostra mission è trovare una casa per ogni bambino che ne ha bisogno, che sia per sempre o solo per un periodo di tempo.

Crediamo esistano famiglie per ogni bambino e non vogliamo arrenderci nemmeno quando i bambini sono un po' grandicelli, diversamente abili o hanno avuto storie particolarmente dolorose e traumatiche.

 

Noi sappiamo che da qualche parte c'è una famiglia Matta che aspetta uno dei nostri bimbi speciali e noi non ci fermiamo fino a che non l'abbiamo trovata.

 

La nostra ricerca parte dalla creazione di una Rete di famiglie accoglienti presente sull'intero territorio nazionale (e opportunamente formata dagli enti competenti); i casi dei nostri bimbi ci arrivano grazie alla collaborazione con Tribunali per i minorenni, Servizi sociali, associazioni, Asl, e Centri Affido di tutta Italia.