Adottare un figlio. Come?

 

 L adozione è uno strumento che consente ad una coppia di coniugi di accogliere un minore che si trova in stato di abbandono, perché privo del sostegno morale e materiale della sua famiglia di origine. Ogni bambino ha il diritto di essere a amato, accudito, protetto e sostenuto nella crescita. Al centro di tutto c’è il minore, è di fondamentale importanza che ci sia un corretto approccio al percorso adottivo che consenta la crescita della consapevolezza della coppia.

Diventare genitore attraverso l’adozione significa aprire il proprio cuore e la propria casa ad un bambino generato da altri, con una sua storia e un suo carattere, quindi il primo passo è IN-FORMARSI: sicuramente presso un Centro Adozioni del vostro comune ma anche le Associazioni come M’aMa giocano un ruolo fondamentale per formarsi e condividere esperienze di chi è in viaggio come voi e di chi ha già accolto un figlio, partecipate ai nostri gruppi e ai percorsi formativi ancor prima di mettervi in viaggio verso l'Adozione di un figlio.



Adozione Nazionale

In Italia, l’adozione di minorenni  è un istituto previsto e regolato dalla legge n.183 del 1984 e successive modifiche. La legge stabilisce con precisione tutto l’iter da seguire per poter adottare un bambino in Italia. Tra gli elementi cardine, troviamo in particolare la situazione dello stato di abbandono del minore e la successiva dichiarazione di adottabilità, nonché i requisiti che i futuri genitori devono possedere per poter avviare la procedura.

Adozione internazionale

L’adozione internazionale è regolata dalla Convenzione dell'Aja che prevede un sistema di cooperazione tra Autorità Centrali dei vari paesi contraenti. In Italia, questo ruolo è svolto dalla  Commissione per le Adozioni Internazionali.

Per saperne di più:

http://www.commissioneadozioni.it/per-una-famiglia-adottiva/per-adottare/?UID=

 



Dopo esserci preventivamente informati e formati siamo pronti e consapevoli. Iniziamo il nostro viaggio?


Chi sono i  Bambini delle  #MammeMatte

Minori con Bisogni Speciali

 Minori che hanno subito gravi traumi o che presentano problemi di comportamento (bambini che hanno subito gravi maltrattamenti o abusi)
Minori con incapacità fisiche e mentali di vario genere.
Minori con età superiori ai 9 anni.

Fratrie.

 

Noi MammeMatte riteniamo indispensabile l’accompagnamento della coppia che pensa di avere le risorse per accogliere un bambino con bisogni speciali, per questo abbiamo pensato ad un percorso formativo Bisogni Speciali, si Grazie” pensato per le coppie ad approfondire le loro motivazioni e far emergere le risorse che permetteranno di gestire nel modo migliore i bambini che accoglieranno e per i servizi sociali per approfondire il tema dell’abbinamento di un bambino con bisogni speciali.